Cerca

Roma: intasca soldi e lascia salme in deposito cimitero, titolare agenzia funebre a giudizio

Cronaca

Roma, 5 mag. (Adnkronos) - Sara' processato per truffa Andrea Valdarnini, di 43 anni, gia' titolare di un'agenzia di onoranze funebri, per rispondere di truffa. Secondo l'accusa, dopo aver assunto nel 2008 l'incarico di provvedere al funerale o alla cremazione di due defunti, pur avendo intascato in anticipo le spese per le onoranze funebri (dai 3 mila ai 6 mila euro), ha abbandonato le salme nel deposito del cimitero senza provvedere agli impegni assunti.

Il raggiro e' stato scoperto quando i famigliari dei defunti convinti da Valdarnini che la cerimonia funebre si era svolta regolarmente e che era avvenuta anche la tumulazione, recatisi al cimitero il 2 novembre per mettere un fiore sulla tomba dei congiunti sono stati informati che la tomba non c'era e che le salme erano giacenti presso il deposito cimiteriale.

Due i casi per i quali l'uomo dovra' rispondere in giudizio in particolare si tratta di un decesso avvenuto a settembre del 2008. I congiunti di una donna deceduta pagarono 3 mila euro. Dopo circa un mese si sono ritrovati al cimitero Flaminio dove l'imputato ha mostrato loro un loculo ormai chiuso confermando che il funerale era avvenuto. Ma qualche tempo dopo furono informati che la salma del congiunto giaceva ancora nel deposito. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog