Cerca

Governo: Toccafondi (Pdl), bene Berlusconi buono scuola strumento di liberta'

Politica

Roma, 5 mag. - (Adnkronos) - "Bene Berlusconi sul buono scuola, siano i genitori a scegliere liberamente quale educazione dare ai propri figli rispettando cosi' la Costituzione. Attualmente le famigllie che scelgono di mandare i proprio figli nelle scuole pubbliche non statali sono circa un milione, famiglie che pagano due volte il servizio scolastico, pagando le rette in queste scuole e pagando le tasse allo Stato. L'Italia e' uno degli ultimi paesi del mondo a non riconoscere pienamente la liberta' di scelta educativa alle famiglie e questo soprattutto a svantaggio di quelle piu' povere". Questo quanto dichiarato dal deputato del PdL Gabriele Toccafondi, membro della Commissione Bilancio e primo firmatario dell'emendamento che ha reso possibile il reintegro in finanziaria dei fondi alle scuole paritarie, commentando le parole del Presidente Berlusconi rilasciate oggi durante un intervista a Gold Tv.

"E' un dovere del PdL e della maggioranza arrivare alla piena ed effettiva parita' scolastica - aggiunge deputato del PdL Toccafondi - che nel suo programma elettorale aveva anche la proposta del buono scuola, quale strumento di liberta' di scelta, uno strumento che gia' alcune regioni utilizzano con ottimi risultati''.

''La Lombardia, ad esempio, attraverso il buono scuola riconosce la possibilita' di scelta al 20% delle famiglie lombarde e di queste il 60% "spende" il buono in scuole statali e il 40% in scuole non statali. I genitori per l'educazione dei loro figli scelgono sempre il meglio, per questo lo strumento di liberta' di scelta va visto per quello che e': un sistema che migliora tutto il sistema scolastico", conclude Toccafondi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog