Cerca

Cgil: Bologna, domani Pd in piazza

Economia

Bologna, 5 mag. - (Adnkronos) - "Il Governo Berlusconi ha imposto alle classe produttiva di questo paese, alle lavoratrici e ai lavoratori di caricarsi sulle spalle la crisi portandone interamente il peso. Ma quel che e' peggio, attraverso l'assoluto immobilismo che lo contraddistingue, sta prospettando un futuro di arretramento per l'Italia e di progressivo impoverimento della maggior parte dei cittadini". Cosi' il segretario provinciale del Pd di Bologna, Raffaele Donini in una nota congiunta firmata anche dalla parlamentare e responsabile delle politiche per sviluppo economico, competitivita' e lavoro del partito Rita Ghedini e dal coordinatore Forum lavoro Pd Bologna Stefano Borgatti, spiega le ragioni per cui il Pd domani sara' in piazza sotto le Due Torri al fianco della Cgil e dei lavoratori che aderiranno allo sciopero generale.

Secondo i tre esopnenti del Pd, la strategia del Governo "risponde ad un disegno per noi inaccettabile e odioso: minare i fondamenti della democrazia economica, dello stato sociale, dell'equita' e della partecipazione di tutti i cittadini alla crescita del Paese attraverso il lavoro". Il Pd sara' presente anche alla manifestazione per la riforma del fisco prevista da Cisl e Uil per il 18 giugno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog