Cerca

Bin Laden: allarme attentati nelle Filippine, arrestanto militante islamico

Esteri

Manila, 6 mag. - (Adnkronos/Aki) - Un sospetto militante islamico e' stato arrestato a Manila, capitale delle Filippine, in seguito all'elevarsi dell'allarme per possibili attentati per vendicare l'uccisione in Pakistan di Osama Bin Laden. Lo ha annunciato questa mattina la polizia filippina, spiegando che Arabani Jakiran e' stato fermato ieri in un'area commerciale di Taguig City, sobborgo di Manila.

Il 39enne Jakiran sarebbe un esponente di Abu Sayyaf, gruppo affiliato ad al-Qaeda. Sul suo capo pendeva un mandato d'arresto per alcuni sequesti e attacchi con bombe in varie zone del paese. Secondo il capo della polizia delle Filippine, Raul Bacalzo, l'arresto testimonia come le forze di sicurezza del paese abbiano preso sul serio l'allarme per il rischio di nuovo attacchi, ma anche che sono pronte a reagire per evitarli. Intanto, sempre a Manila, alcune centinaia di esponenti della comunita' musulmana si sono radunati questa mattina di fronte a una moschea per protestare contro l'uccisione di Bin Laden e la sua sepoltura non rispettosa dei principi dell'Islam.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog