Cerca

Friuli: l'esperto, sicura solo area ricostruita dopo terremoto del '76

Cronaca

Udine, 6 mag. (Adnkronos) - Il Friuli potrebbe essere colpito di nuovo da un terremoto e attualmente l'unica area in sicurezza e' quella gia' interessata dal sisma del '76, in considerazione del fatto che si e' ricostruito con criteri antisismici. Il resto del territorio e' vulnerabile come lo era il 6 maggio di 35 anni fa. Lo ha detto il professor Marcello Riuscetti, docente dell'universita' di Udine, ribadendo quando i sismologi ripetono da tempo in occasione del convegno organizzato per il 35° anno della Protezione civile regionale in collaborazione con le universita' di Udine e Trieste, il Museo Friulano di storia naturale, l'Osservatorio geofisico sperimentale di Trieste e il centro di ricerche sismologiche di Udine.

In Friuli Venezia Giulia la forbice di spesa stimata dai ricercatori dell'universita' di udine per mettere in sicurezza la Regione va dai 7 ai 15 miliardi di euro. Grazie al progetto Assess e' attualmente al vaglio il rischio sismisco negli edifici scolastici con la creazione di un complesso modello, illustrato al convegno dal professor Stefano Grimaz dell'ateneo di Udine, che evidenzia criticita' e necessita' di intervento nelle 1.022 scuole della regione, la meta' delle quali in provincia di Udine. Alla fine del 2013, le ispezioni alle scuole dovrebbero essere concluse e consentire di delineare un quadro generale per avviare politiche mirate alla riduzione del rischio sismico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog