Cerca

Rifiuti: Camusso, invece di mandare esercito governo risolva problema

Cronaca

Napoli, 6 mag. - (Adnkronos) - "Siamo l'Italia che non si piega". Con queste parole il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ha aperto l'intervento conclusivo della manifestazione indetta a Napoli in occasione dello sciopero generale di oggi. La Camusso ha scelto Napoli per il suo primo sciopero generale da segretario della confederazione, in un momento chiave per la citta', stretta tra la crisi rifiuti e la campagna elettorale che portera' alle amministrative del prossimo 15 maggio.

"A noi non piace che tutto il mondo possa parlare di questa citta' come la citta' dei rifiuti", ha dichiarato Susanna Camusso dal palco di Piazza Dante. "Lo troviamo intollerabile per i cittadini di Napoli e di tutto il Paese. Basta usare i rifiuti nelle campagne elettorali, basta giocare allo scaricabarile tra l'uno e l'altro", ha sottolineato il segretario generale della Cgil all'indomani della decisione del Governo di inviare piu' militari a Napoli per far fronte all'emergenza.

"Se il Governo vuole essere reaponsabile - ha aggiunto - non faccia i comunicati stampa, ma convochi un tavolo istituzionale a Palazzo Chigi con tutte le istituzioni e le parti sociali invece di mandare l'esercito ci dica come si puo' risolvere il problema dell'immondizia. Ci metta le risorse e contrasti la criminalita'". Stoccata anche al presidente della Regione Campania Stefano Caldoro: "Diciamo al presidente di questa Regione che non puo' accettare la politica dei tagli del Governo agli enti locali. Se si ribella lo sosterremo e saremo con lui, altrimenti il movimento sindacale non gli permettera' di fare questo", ha concluso Camusso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog