Cerca

Cgil: Toscana, nelle fabbriche adesione di oltre il 69% dei lavoratori

Economia

Firenze, 6 mag. - (Adnkronos) - "Da Massa a Grosseto, da Lucca ad Arezzo, passando per Livorno, Pisa Prato, Pistoia, Siena e Firenze, ovunque grande partecipazione alle manifestazioni indette nell'ambito dello sciopero generale della Cgil. Grande, molto grande quella di Firenze che partita da Piazza Indipendenza si e' conclusa in piazza Santa Croce dove la scritta 'umana', Basta! ha accolto il corteo, lunghissimo, e' continuato ad entrare anche durante il comizio conclusivo del segretario generale della Camera del Lavoro Mauro Fuso. La scritta e' stata riprodotta in 8 delle dieci piazze sedi di manifestazione''. Cosi' la Cgil Toscana commenta lo sciopero di oggi nelle piazze della regione, che parla di un'adesione di oltre 69% nelle fabbriche.

Gia' di prima mattina Alessio Gramolati, segretario generale della Cgil Toscana, dichiarava: "Se al governo nono basta gridare per farsi sentire, vuol dire che glielo scriveremo". In piazza non solo lavoratori, pensionati e studenti, precari -hanno aperto i cortei - anche rappresentati politici e delle istituzioni con tanto di fascia tricolore al collo. A Firenze, dal palco in Santa Croce, ha preso la parola Alessandro Cosimi, sindaco di Livorno, che ha parlato nella sua qualita' di presidente di Anci Toscana. In piazza insieme a lui, sempre a Firenze, il segretario del Pd Toscano Andrea Manciulli e la presidente nazionale Rosy Bindi. ''Piazze piene dunque, ma anche fabbriche, scuole ed uffici vuoti. Alta l'adesione anche nella scuola, settore solitamente restio ad incrociare le braccia, 31.08% la percentuale di adesione, ai livelli degli scioperi unitari meglio riusciti'', sottolinea la Cgil in un comunicato. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog