Cerca

Lazio: Forte, dalla Giunta 127 milioni per il sociale

Cronaca

Roma, 6 mag. - (Adnkronos) - "La giunta regionale del Lazio ha approvato oggi la delibera che stanzia oltre 127 milioni di euro per le azioni in ambito sociale. Si tratta di un intervento di peso, che da' prova della nostra attenzione a chi ha piu' bisogno. I tagli dello Stato sono stati pesanti ma siamo riusciti a non penalizzare il sociale, garantendo la continuita' di tutti i servizi sociali gia' attivi sul territorio. Senza limitarci, pero', a una mera ripartizione delle risorse ma stabilendo delle precise linee guida". Lo ha dichiarato Aldo Forte, l'assessore regionale alle Politiche sociali e Famiglia, che ha proposto la delibera.

"Un esempio - continua Forte - e' dato dai 2 milioni di euro per la riqualificazione dei centri anziani, le cui attivita' piu' che al tempo libero dovranno puntare al miglioramento dell'autosufficienza dell'anziano. E a colmare quel gap tecnologico che complica la vita nella terza eta'. Quattro milioni di euro per contrastare le dipendenze. E una quota consistente di questo stanziamento abbiamo deciso di destinarlo alla prevenzione delle dipendenze da gioco d'azzardo compulsivo che, con la diffusione delle slot machine e dei casino' on line, sono divenute una piaga sociale allarmante. Per quanto riguarda il sostegno all'infanzia, oltre ai 6 milioni per le famiglie affidatarie, la delibera prevede 4 milioni di euro stanziati ai comuni per la gestione delle strutture che ospitano minori e per tutelare la gravidanza e la salute dei bambini nelle gravi situazioni di emergenza".

"Sempre per interventi in favore dell'infanzia e dell'adolescenza - ha concluso - il provvedimento stabilisce che vi sia destinato il 9% dei 60 milioni totali per gli interventi assistenziali messi in campo dai 55 distretti socio-sanitari del Lazio. Di cui il 15% servira' per attivita' di sostegno ai non autosufficienti e il 5% ai soggetti con handicap grave. A queste risorse vanno aggiunti i 2,8 milioni stanziati per garantire la continuita' di gestione alle strutture per il 'dopo di noi' e i 6 milioni per i disagiati psichici. A completare il quadro i 30 milioni per la programmazione sociale dei comuni e 5 milioni totali per le emergenze assistenziali che si verificano in quelli con meno di duemila abitanti. Infine, 3,5 milioni di euro per contrastare la poverta', attraverso l'attivazione di almeno un servizio di mensa e di accoglienza notturna per distretto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog