Cerca

Toscana: Scaramuccia, ospedale di continuita' per curare paziente non malattia

Cronaca

Firenze, 6 mag. - (Adnkronos) - "Nel nuovo Piano Sanitario e Sociale Integrato Regionale che stiamo costruendo proprio in questo periodo, e anche negli obiettivi regionali del 2011 c'e' la riorganizzazione dei piccoli ospedali in strutture piu' connesse con il territorio: l'ospedale di Santa Verdiana ne e' un esempio vivente e, visto il coinvolgimento forte dell'Universita', potrebbe fina da ora diventare il primo laboratorio in cui lanciare uno dei piu' innovativi messaggi del Piano: chiudere il cerchio fra ospedale e territorio e organizzare percorsi orientati per le persone". L'assessore al diritto alla salute della Toscana, Daniela Scaramuccia, e' intervenuta stamani al convegno "La continuita' nell'assistenza: la sfida ospedale territorio", che si tiene oggi e domani al Teatro del Popolo di Castelfiorentino, con la partecipazione di medici ospedalieri e di famiglia, infermieri, fisioterapisti, studenti universitari.

"Quello dell'ospedale di continuita' - ha detto l'assessore Scaramuccia - e' un modello innovativo di assistenza, che pone al centro il malato e non la malattia, e propone un processo di cura e assistenza che non si interrompe al momento della dimissione dall'ospedale, ma continua sul territorio, con una presa in carico da parte del medico di medicina generale e dei servizi territoriali. Un modello che richiede una collaborazione sempre piu' stretta tra l'ospedale e il territorio. I dati raccolti fino ad oggi hanno messo in evidenza il valore aggiunto di un'esperienza nella quale la sperazione esistente tra il momento specialistico e quello della medicina generale viene annullata attraverso il confronto e la formazione sul campo".

Una formazione alla quale l'Universita' partecipa attivamente - al convegno sono intervenuti anche Alberto Tesi e Gianfranco Gensini, rispettivamente rettore e preside della facolta' di medicina dell'Universita' di Firenze -, con un coinvolgimento diretto: il Dipartimento dell'Ospedale della Formazione per la Continuita', costituito da professionisti appartenenti alla medicina interna, all'Universita' e alla medicina generale, insieme ai professionisti sanitari, sta svolgendo un ruolo di reale presa in carico dal punto di vista clinico e assistenziale ai malati che si rivolgono all'ospedale. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog