Cerca

Papa: italiani della Dalmazia, non venga modificato il 'Padre nostro' tradotto da San Girolamo

Cronaca

Udine, 6 mag. - (Adnkronos) - Una petizione sara' presentata al Santo Padre in visita ad Aquileia, (centro d'irradiazione della Cristianita' nel Nord-Est, unitamente a Spalato, da cui parti' San Girolamo per approdare ad Aquileia e Roma), nella quale si chiede che non venga modificata la versione in latino e quindi in italiano e in tutte le altre lingue moderne del ''Padre Nostro'' nella parte in cui si chiede a Dio ''di non indurci in tentazione'' con un ''non lasciarci in tentazione'' o frase analoga.

La Congregazione del Patriziato degli Italiani di Dalmazia, che presentera' la petizione infatti, ritiene, con San Girolamo, ''che Dio onnipotente possa fare tutto, anche indurre in tentazione gli uomini, come e' testimoniato dal passo della Bibbia in cui Dio mette alla prova Abramo e lo induce in tentazione a disubbidirlo, chiedendogli di sacrificargli il suo unico figlio''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog