Cerca

Bologna: Maroni, chi minaccia violenza e' come squadracce fasciste

Politica

Bologna, 6 mag. - (Adnkronos) - "E' triste dover spiegare i mezzi dei carabinieri davanti a sedi di partito dove si fanno discussioni democratiche, e' triste vedere dei giovani che inneggiano con slogan fascisti e minacciano violenza: e' quello che facevano le squadracce fasciste tanto che qualcuno l'ha definito fascismo rosso". E' quanto osserva il ministro dell'Interno Roberto Maroni intervenuto oggi a Bologna a sostegno del candidato sindaco di Pdl e Lega Manes Bernardini, nel corso di una conferenza stampa blindatissima a causa delle promesse di contestazioni giunte dai collettivi e in particolare dal Tpo.

"Non sono ragazzi o giovani dei centri sociali -prosegue Maroni- sono dei violenti e dei facinorosi che devono essere fermati. La violenza non e' mai tollerabile e non sara' piu' tollerata".

Per Maroni si tratta di "una degenerazione pericolosa" che e' anche "una reazione al fallimento della sinistra". "In ogni caso -conclude Maroni- non ci facciamo intimidire".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog