Cerca

Papa: italiani della Dalmazia, non venga modificato il 'Padre nostro' tradotto da San Girolamo (3)

Cronaca

(Adnkronos) - ''La nostra Congregazione ritiene, invece, che Dio onnipotente possa tutto, anche indurre in tentazione l'uomo, com'e' testimoniato nel Vecchio Testamento nel passo in cui Dio mette alla prova Abramo e lo ''induce in tentazione'' di ribellarsi al volere divino, chiedendogli il sacrificio del suo unico figlio - sottolinea il Priore - La nostra Congregazione, non ha la pretesa di possedere l'autorita' spirituale e le conoscenze teologiche e linguistiche che sarebbero indispensabile per trattare un argomento di questa portata, ma ritiene sommessamente che una tradizione, consolidata nei secoli, debba avere la prevalenza su qualsivoglia altro ragionamento teologico, pur ben argomentato e autorevolmente sostenuto''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog