Cerca

Gay: da Curia Palermo 'no' a veglia antiomofobia, Arcigay 'addolorati'

Cronaca

Palermo, 6 mag. - (Adnkronos) - ''Siamo stupiti e addolorati. E' un veto che cancella la sofferenza di vittime inermi, di quegli stessi deboli che il cardinale e la chiesa si dicono votati a difendere senza distinzioni". E' quanto scrive in una nota l'Arcigay, dopo il 'no' della Curia di Palermo ad una veglia di preghiera anti omofobia, che si sarebbe dovuta tenere nella chiesa di Santa Lucia il 12 maggio prossimo, nell'ambito del cartellone di iniziative del Gay pride di Palermo. "La proibizione - dicono da Arcigay - e' anche un atto di aggressivita', nella sua complicita', a coloro che diffondono omofobia e odio''.

Per Daniela Tomassino, presidente di Arcigay Palermo e portavoce del Palermo pride, l'iniziativa non ha come scopo quello di aprire un "fronte di polemiche", ma di offrire uno spazio di riflessione, che tenesse in considerazione l'estrema varieta' del movimento lgbt, composto sia da atei che da agnostici, ma anche da migliaia di cattolici. La veglia comunque si fara', anche per strada, se non troveremo altri spazi''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog