Cerca

Spiagge: Pd Toscana, da noi proposta certa da Governo forse solo propaganda

Economia

Firenze, 6 mag. - (Adnkronos) - ''Alle forti preoccupazioni di tutti gli operatori del settore balneare per gli effetti della Direttiva Servizi dell'Unione Europea, la cosiddetta Direttiva Bolkestein, ieri il Consiglio dei Ministri ha risposto con un decreto che sa tanto di propaganda pre-elettorale e non assicura la soluzione del problema. Ci auguriamo che sia la strada giusta, ma al momento ci sono delle preoccupazioni che rimangono tali: e' indubbio che il provvedimento del Governo strizza l'occhio agli operatori del settore ma non vorremmo che fosse solo un'illusione e alla fine li facesse invece ritrovare in una situazione ancora piu' di complicata di quella attuale''. Cosi' Ivan Ferrucci, responsabile Economia e Lavoro del Pd della Toscana, e Caterina Bini, presidente commissione Sviluppo Economico del Consiglio Regionale della Toscana, commentano la parte del Decreto Sviluppo approvato ieri in Consiglio dei Ministri, che riguarda le concessioni demaniali.

''Leggendo le dichiarazioni che giungono oggi da rappresentanti dell'Unione Europea, infatti - continuano Ferrucci e Bini -, riteniamo che il rischio di un nulla di fatto possa essere concreto e che anzi possano deteriorarsi i rapporti tra Italia e UE per una futura e necessaria trattativa in merito alle modifiche della normativa cosi' come da noi proposto. Infatti, dopo tre anni di inerzia del Governo, il Partito Democratico aveva immaginato una strada diversa, sia in parlamento, che in Consiglio regionale con una mozione presentata il 2 maggio. Che il Governo, cioe', andasse in sede europea e spiegasse le peculiarita' del nostro Paese, per le quali e' necessaria l'esclusione delle concessioni demaniali ad uso turistico-ricreativo dalla Direttiva medesima, accompagnando questo ad una seria legge-quadro che riveda l'intera normativa di settore e rinnovi profondamente i contenuti del vecchio codice della navigazione e sul demanio marittimo''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog