Cerca

Giappone: Tepco sotto accusa, controllo tradivo su salute 800 dipendenti

Esteri

Tokio, 7 mag. (Adnkronos/dpa) - Circa 800 dipendenti della Tepco, il gestore della centrale nucleare di Fukushima, sono stati sottoposti a controlli sulla loro salute solo di recente, a quasi due mesi dall'inizio del grave incidente nucleare. I dipendenti erano impegnati nel contenimento della fuga radioattiva scatenata dal terremoto e lo tsunami dell'11 marzo, ma la Tepco, citata dall'agenzia stampa Kyodo, ha ammesso che non erano sottoposti a regolari controlli.

Il ministero della Sanita' aveva inizialmente chiesto che gli esami fossero compiuti al termine della crisi, ritenendo che potesse essere di breve durata. Poi, dato che la crisi e' ancora in corso, il ministero ha chiesto urgentemente a fine aprile controlli sulla salute dei dipendenti impegnati da piu' di un mese nel contenimento delle radiazioni. Ben 30 dipendenti sono stati esposti a oltre 100 milisievert di radiazioni, ma per molti di loro i controlli sono stati effettuati solo a maggio.

Il 16 marzo, il ministero aveva innalzato da 100 a 250 millisievert il limite massimo di esposizione annuale alle radiazioni. Veniva chiesto anche alle compagnie di effettuare controlli sui dipendenti esposti ad oltre 100 millisievert, al termine del loro lavoro. Gia' il 19 marzo, ben sei lavoratori erano stati esposti a oltre 100 millisievert, ma nessun controllo sulla loro salute era stato effettuato. Oltre un mese dopo il ministero ha emanato una direttiva per imporre tali controlli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog