Cerca

Criminalita': traffico di armi e droga con la Svizzera, 20 arresti nel leccese

Cronaca

Lecce, 7 mag. (Adnkronos) - Nelle prime ore del mattino, piu' di 150 carabinieri del Comando provinciale di Lecce hanno passato al setaccio la zona del Basso Salento con unita' cinofile e un elicottero, per arrestare, su ordine della Direzione Distrettuale Antimafia, i componenti di una pericolosa organizzazione criminale, che fa capo al clan Donadei di Parabita, dedita allo smercio di droga e al traffico di armi con la Svizzera. Sono 20 gli arresti eseguiti, su 24 ordinanze di custodia cautelare emesse complessivamente dal gip del Tribunale del capoluogo salentino Carlo Cazzella.

Nel corso delle indagini, infatti, oltre al sequestro di consistenti quantitativi di hashish, cocaina ed eroina, il 15 dicembre 2009, al valico doganale con la Svizzera, nel Comasco, i militari erano riusciti ad intercettare un carico di armi destinato al Salento: 1 pistola, 2 fucili a pompa e oltre un centinaio di munizioni da guerra e da caccia, destinati a compiere l'omicidio di un componente di un gruppo rivale.

Gli arrestati, a vario titolo, devono rispondere ora di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e al traffico internazionale di armi e munizioni. I provvedimenti sono stati emessi dal sostituto procuratore della Dda Giovanni De Palma. Gli arresti sono stati eseguiti a Parabita, Matino, Tuglie, Alezio, Taviano, Scorrano, Taurisano e Collepasso. Altre quattro misure restrittive saranno eseguite con mandato di cattura internazionale in Svizzera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog