Cerca

Bin Laden, il compound di Osama individuato grazie a una telefonata

Esteri

Washington, 7 mag. (Adnkronos/Washington post) - E' stata una telefonata, apparentemente innocua, a permettere l'anno scorso alla Cia di individuare il compound di Abbottabad dove si nascondeva Osama bin Laden. La telefonata è giunta da un vecchio amico ad Abu Ahmed al Kuwaiti, il 'corriere' dello sceicco del terrore che l'intelligence americana stava tenendo sotto sorveglianza.

L'amico ha chiesto ad al Kuwaiti dove era stato e cosa stava facendo. "Sono di nuovo con le persone con cui ero prima", è stata la laconica risposta, a cui è seguita una pausa significativa. "Possa Dio facilitarvi", ha commentato l'amico. Per gli uomini dell'intelligence americana il messaggio era chiaro: il corriere era tornato da bin Laden. E la telefonata li ha portati al compound di Abbottabad. "Questo è il momento in cui inizia il film della caccia a bin Laden", ha spiegato un funzionario americano informato dei fatti.

La telefonata ad al Kuwaiti ha permesso all'intelligence americana di ottenere il numero di cellulare di al Kuwaiti. A partire da questo elemento, impiegando risorse umane e tecniche si è arrivati al compound. Gli americani sono stati fra l'altro colpiti dal fatto che quando al Kuwaiti o altre persone lasciavano il compound, guidavano il loro mezzo per almeno 90 minuti prima di inserire la batteria nel telefono cellulare.

Una volta iniziata la sorveglianza via satellite del compound, gli analisti dell'intelligence si sono poi interrogati a lungo sull'identità di un uomo che ogni giorno passeggiava su e giù per il cortile durante un'ora o due. Il misterioso individuo era stato soprannominato "il passeggiatore" e le immagini non mostravano mai il suo volto. Il "passeggiatore" non oltrepassava mai muri di cinta del comprensorio e gli analisti hanno cominciato a chiedersi se fosse Osama bin Laden, oppure uno specchietto per le allodole per depistare ogni sorveglianza. L'uomo sembrava molto alto, un dato ritenuto importante visto che lo sceicco del terrore arriva ad 1,90 metri. Per avere ulteriori chiarimenti, la Casa Bianca chiese un'analisi delle immagini da parte della National Geospatial Intelligence agency: fu stabilito che il passeggiatore dove essere alto fra 1,76 e 2 metri. Fu difficile una maggiore approssimazione perché mancavano dati precisi sull'altezza delle finestre e lo spessore dei muri di cinta.

Intanto, secondo quanto è emerso, una volta ucciso Osama bin Laden, è stato chiesto ad un membro del commmando dei Navy Seals di sdraiarsi accanto al cadavere per paragonare l'altezza. Il militare prescelto era alto 1,82 metri e il corpo risultava piu' lungo di vari centimetri. Quando il presidente americano Barack Obama è stato informato di questa procedura, racconta oggi il Washington post, si e' voltato verso i suoi consiglieri e ha commentato: "abbiamo assegnato un elicottero da 60 milioni di dollari a questa operazione. Forse ci potevamo permettere anche un metro per misurare l'altezza".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog