Cerca

Grecia: riunione Lussemburgo, Atene chiede di alleggerire condizioni su deficit

Economia

Bruxelles, 7 mag. - (Adnkronos) - La Grecia avrebbe chiesto ai Paesi dell'eurozona di alleggerire le condizioni poste per la riduzione del deficit, che nel 2010 potrebbe essere rivisto al rialzo, schizzando dal 9,4% al 10,5% del Pil. Lo rivelano fonti presenti alla riunione di ieri pomeriggio a Lussemburgo, alla quale hanno partecipato - come confermato all'ADNKRONOS da Guy Schuller, portavoce di Jean-Claude Juncker - i ministri delle Finanze di Francia, Germania, Italia e Spagna, in quanto membri anche del G20, il ministro greco George Papacostantinou, il commissario europeo agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, il presidente dell'Eurogruppo ed il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet.

Secondo le fonti, la Grecia avrebbe ammesso di non essere in grado di tornare l'anno prossimo a finanziarsi sui mercati e di avere bisogno di nuovi aiuti, ricorrendo all'European financial stability facility (Efsf), creato proprio dopo la crisi greca di un anno fa, quando Ue ed Fmi concessero ad Atene un prestito in tre anni di 110 miliardi di euro. In base alle condizioni poste da Bruxelles e da Washington, la Grecia dovrebbe ridurre il suo deficit al 3% nel 2014, ma, nella convinzione di potercela fare, avrebbe chiesto altri due anni di tempo.

Quello di cui, invece, non si e' assolutamente discusso e' la ristrutturazione del debito greco, ha chiarito la scorsa notte il presidente dell'Eurogruppo, che da definito "stupida l'idea" di un'uscita dall'euro della Grecia, secondo quanto rivelato dall'edizione online del settimanale tedesco "Der Spiegel", lanciando la notizia dell'incontro segreto a Lussemburgo. "I maggiori Paesi dell'eurozona hanno escluso ogni tipo di ristrutturazione del debito per la Grecia", ha assicurato, ammettendo piuttosto "la necessita' di un nuovo piano di aggiustamento" da parte di Atene, cosa di cui si discutera' alla prossima riunione dell'Eurogruppo il 16 maggio a Bruxelles. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog