Cerca

Spiagge: Legambiente, Dl apre a spaventosa devastazione coste

Economia

Roma, 7 mag. - (Adnkronos) - "Addio chioschetti e passeggiate in riva al mare. Arriveranno palazzi e centri commerciali vista mare. Beati gli abusivi e le mafie, che potranno legalizzare qualsiasi edificio costruito sul demanio". Cosi' Sebastiano Venneri, vicepresidente nazionale di Legambiente ha commentato le norme contenute nel Dl sviluppo relative al diritto di superficie.

"Il provvedimento infatti -sottolinea Venneri- non distingue tra edifici che hanno una concessione e quelli abusivi, aprendo cosi' le porte al condono per centinaia di edifici e interi villaggi, come Triscina in Sicilia, costruiti in barba a qualsiasi legge. E per il futuro, il Dl Sviluppo apre le porte a una spaventosa devastazione del paesaggio costiero italiano".

"E' incredibile -continua Venneri - nel testo c'e' scritto che nel demanio costiero 'sulle aree inedificate l'attivita' edilizia e' consentita in regime di diritto di superficie e nel rispetto delle norme esistenti'. Ma il Decreto, escludendo completamente il Ministero dei Beni culturali dalla identificazione delle aree inedificabili e dalla concessione del diritto di superficie, di fatto apre le porte a nuovi edifici sulle spiagge. Inoltre, con il trasferimento del demanio marittimo alle Regioni nell'ambito del federalismo si puo' arrivare ad aggirare, in accordo con i Comuni e i privati, qualsiasi tutela oggi esistente".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog