Cerca

Unita' d'Italia: Gran Maestro del Goi, speranza e' nei giovani

Cronaca

Torino, 7 mag. - (Adnkronos) - ''La speranza e' nei giovani''. Il Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia Gustavo Raffi si e' rivolto con queste parole alla platea alla fine della due giorni di convegni sull'Unita' d'Italia organizzata a Torino. Secondo Raffi, non e' importante sapere se Garibaldi o Cavour erano massoni ma i valori che hanno rappresentato perche' ''ci sono stati tanti massoni senza tessera che hanno portato avanti i valori in cui crediamo e tanti altri con la tessera che non hanno mai capito i valori che professiamo''. Il Gran Maestro ha sollecitato la platea a ''investire nelle idee e nei progetti non per guadagnare soldi, ma pensando al domani''.

Interpellato alla fine della conferenza sui problemi che oggi attanagliano i paesi del mediterraneo Raffi evidenzia che ''oggi il tramonto delle ideologie ha fatto riesplodere problemi che si pensavano risolti. L'orologio della storia e' stato portato indietro di 50 anni: siamo ritornati alle guerre di religione e ai nazionalismi che credevamo risolti. Oggi domina il mercato - prosegue - e il mercato non ha un'anima, non puo' averla. Bisogna avere chiaro che il villaggio globale non e' solo quello dello scambio delle merci e del flusso di denaro, ma ha l'uomo al centro, con i suoi sogni e le sue utopie. Bisogna riuscire a concepire un nuovo umanesimo''.

Un obiettivo che la massoneria puo' aiutare a realizzare ''in tutti i momenti ci devono essere uomini che seminano idee e speranze'', ricorda il Gran Maestro, secondo il quale oggi in Italia non esiste piu' un dialogo: '' quando hai sempre un nemico e non instauri mai un dialogo, quando le divisioni nascono pregiudizialmente e' chiaro che la convivenza sociale diventa problematica - argomenta - La massoneria nel 1717 apri' alla modernita' perche' ci furono degli uomini che prima di ammazzarsi tra loro dissero 'parliamone'. Il principio della tolleranza e' questo''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog