Cerca

Cinema: dopo i David, il cinema italiano fa rotta sul Lido/Il punto (7)

Spettacolo

(Adnkronos) - Cosi' come sono tante le opere prime che ambiscono a Lido, alcune davvero sorprendenti. Si tratta di "Scialla" di Francesco Bruni che racconta la storia di Luca, un quindicenne romano, irrequieto, cresciuto senza un padre e inconsciamente alla ricerca di una guida, e di Bruno (Fabrizio Bentivoglio), un professore senza figli che ha lasciato l'insegnamento per rifugiarsi nell'apatia delle lezioni private.

Ma c'e' anche l'esordio nel lungometraggio cinematografico dei fratelli De Serio (vincitori con 'Bakroman' dell'ultimo festival di Torino) con 'Sette Opere di Misericordia' "Sette opere di misericordia", in cui dirigono Roberto Herlitzka. Cosi' come non passera' inosservato 'L'ultimo terrestre di Gianni Pacinotti, con sceneggiatura tratta dalla raccolta di racconti 'Nessuno mi fara' male' di Giacomo Monti, firmata dallo stesso Gipi (alias Pacianotti), famoso illustratore italiano e autore di romanzi a fumetti.

La rosa insomma e' davvero ampissima e' il lavoro piu' grande sara' come sempre arrivare a quei 3-4 titoli che entreranno nel concorso principale e ai 3 che normalmente trovano spazio nell'altra sezione competitiva di Venezia, quella di Orizzonti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog