Cerca

Immigrati: sopravvissuta, nel naufragio in Libia ho perso mio figlio di 4 mesi (2)

Cronaca

(Adnkronos) - All'improvviso, sempre secondo il tragico racconto della donna, il barcone -arrivato poi la notte scorsa a Lampedusa- partito immediatamente dopo quello dei 300 poi naufragato, ha soccorso la gente caduta in acqua. "Ma per molti di loro non c'e' stato nulla da fare, compreso il mio bambino e mio marito -spiega sempre tra le lacrime la giovane Ifrah- siamo sopravvissuti in pochi.

C'erano in acqua tanti altri bambini che sono morti. Una scena raccapricciante. Sono disperata". La donna trascorrera' questa notte in infermeria confortata dai ragazzi dell'Unchr, dell'Oim, ma anche da Save the children. Nell'infermeria ci sono altre tre donne, anche loro sopravvissute al naufragio. Stanno raccontando ai mediatori culturali quanto accaduto in mare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog