Cerca

Berlusconi ai seimila del Palasharp: "Moratti vincerà al primo turno"

Politica

Milano, 7 mag. - (Adnkronos/Ign) - Il premier Silvio Berlusconi è convinto che il sindaco uscente di Milano Letizia Moratti vincerà al primo turno e sottolinea come l'appuntamento al voto nel capoluogo lombardo è fondamentale per l'intero paese. "Moratti -dice Berlusconi nel suo intervento al Palasharp- vincerà al primo turno. Il voto a Milano è fondamentale per dare sostegno e forza al paese. Non possiamo immaginare che Milano cada nelle mani della sinistra". Per Berlusconi si tratta di "un importantissimo voto. Milano si affida ad una giunta efficiente e a un sindaco capace dotato di valori e pragmatismo".

Davanti ai seimila arrivati al Palasharp per la convention a favore della candidatura della Moratti a sindaco di Milano, il premier torna ad attaccare i pm. Quelli di Milano, sostiene, "sono un cancro della democrazia da togliere. Per 26 volte hanno tentato di 'farmi fuori'. Se anche uno di questi tentativi fosse andato a buon fine io non sarei più nella vita politica".

"La nostra è una democrazia malata - dice ancora - perché la sovranità non è più del popolo ma è ormai dei giudici, dei pm di sinistra che ricorrono alla Corte Costituzionale, che anche lei ha una maggioranza di sinistra, per abrogare le leggi votate regolarmente dal Parlamento che non gli piacciono".

Contestazione all'inzio del suo intervento. Un ragazzo in tribuna ha urlato frasi contro Berlusconi. Pronta la replica: "Siete illiberali. A noi liberali non verrebbe mai in mente di disturbare una comunicazione - dice il premier - di un'altra parte politica". Il contestatore è stato poi accompagnato fuori da uomini delle forze dell'ordine tra gli applausi dei militanti del Pdl a cui Berlusconi ha risposto: "vi ringrazio ma sono abituato a molto peggio".

Accolto da cori ('Vai Silvio' e 'Chi non salta comunista è') in un Palsharp che ha registrato il tutto esaurito e colmo di bandiere Pdl, il Cavaliere esordisce con una 'storiella'. "Vi racconto una storiella, è pulita e non so se vi piacerà. Racconta che una volta c'era un dittatore, un tiranno, un uomo che possedeva televisioni, i giornali e anche la squadra di calcio. A questo punto un bambino chiede e adesso? Adesso c'è ancora".

Poi parla di Giuliano Pisapia, candidato alla poltrona di sindaco per il centrosinistra nella città di Milano, e lo definisce "un candidato sindaco da pazzi. Fino al 1998 Pisapia sedeva in Parlamento con Rifondazione comunista, cioè voleva rifondare il comunismo". Da qui l'attacco al programma del centrosinistra: "hanno preso la carta carbone e copiato quello della Moratti".

E sul comunismo aggiunge: "Nella vita ci vuole follia e coraggio, talvolta l'azione più saggia è quella che apparentemente sembra la più folle. Il professor Giuliano Urbani mi fece vedere una ricerca per cui il 72% dei parlamentari sarebbe stato del partito comunista perché la sinistra è sempre comunista. Per questo ho deciso di scendere in campo e posso dire che nel '94 ho salvato l'Italia dal comunismo".

La sinistra, dice ancora, "vuole ridurre il debito pubblico mettendo una tassa sulla prima casa, mettendo una tassa patrimoniale. Noi che vogliamo uno stato libero non lo possiamo permettere. Finché avremo una responsabilità di governo non succederà mai".

Critica la sinistra anche quando affronta il tema immigrazione: "la loro strategia che è quella di fare entrare quanti più clandestini possibili, dopo 5 anni dargli il voto e cambiare così la bilancia elettorale".

Sfiorando l'argomento moschee, afferma: "Non abbiamo nulla contro le altre religioni ma non è giusto costruire moschee quando lì è vietato costruire chiese".

Ce n'è anche per Fli. Gli ultimi sondaggi, quelli prima della campagna elettorale "indicano che La Destra di Storace ha più voti di Futuro e libertà".

Infine ricordando la festa della mamma: "Invidio chi ha ancora una mamma, ma in fondo ce l'ho anch'io e sono sicuro che la mia dall'alto mi guarda e mi protegge".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog