Cerca

Bin Laden, diffusi i video dal Pentagono.

Esteri

Washington, 7 mag. - (Adnkronos) - L'intelligence americana ha reso pubblici cinque video di Osama Bin Laden sequestrati dopo il raid di Abbottabbad nel quale è stato ucciso il leader di Al Qaeda. Lo riporta la Cnn. Uno dei video mostra Bin Laden mentre osserva delle immagini televisive di se stesso, presumibilmente ottenute via satellite. Un altro video è un messaggio agli Stati Uniti, che sembrerebbe essere stato registrato lo scorso autunno.

Nel video che ritrae Bin Laden mentre osserva immagini televisive che lo riguardano, il leader di Al Qaeda è seduto davanti a un televisore e tiene in mano un telecomando con il quale passa da un canale televisivo all'altro. Nella sequenza, Bin Laden ha la barba ingrigita, indossa un cappello di lana e ha sulle spalle una coperta.

Del videomessaggio agli Stati Uniti, che si ritiene sia stato registrato tra ottobre e novembre scorsi, non è stato diffuso l'audio per ragioni di opportunità, come hanno spiegato i funzionari dell'intelligence.

In questo video, la barba di Bin Laden appare invece tinta di nero. Gli altri tre video sono invece delle prove per dei messaggi che il leader di Al Qaeda intendeva diffondere.

Un funzionario dell'intelligence, parlando con i giornalisti al Pentagono, ha affermato che durante il raid di Abbottabad è stata sequestrata una notevole quantità di materiale che è attualmente allo studio di una speciale task force di cui fanno parte funzionari della Cia e dell'Fbi. Inoltre, è stato ribadito che la prova del Dna mostra, senza ombra di dubbio, che l'uomo ucciso nel raid era Osama Bin Laden.

Oggi il presidente Barack Obama ha tenuto un discorso di fronte a più di 2mila militari raccolti nella base di Fort Campbell (Kentucky) sede del 160mo reggimento dell'aeronautica per le operazioni speciali e anche della 101ma divisione dei paracadutisti appena tornati dall'Afghanistan. ''Abbiamo decapitato la testa di Al Qaida e sono certo che la sconfiggeremo'', ha detto.

Poco prima il leader della Casa Bianca, accompagnato dal suo vice Joe Biden, ha incontrato in segretezza anche i membri del Team 6 dei Navy Seals, il corpo scelto che lunedì sera ha ucciso il numero uno di Al-Qaida, e ha conferito loro la 'Presidential Unit Decoration', la più alta decorazione militare attribuita per atti di straordinario coraggio contro il nemico.

Poi, parlando alle truppe di stanza nel Kentucky, ha dichiarato: ''Tutto il mondo ha potuto capire quanto siete capaci e pronti ad agire''. Questa, ha aggiunto ''è stata la decisione più pesante presa come comandante in capo e l'ho fatta sapendo che avrebbe reso più sicura l'America e il mondo intero''. Quindi, ''a nome degli Stati Uniti e del mondo intero ho l'onore di dirvi 'lavoro ben fatto''', ha detto Obama alle truppe. ''Ancora prima di questa operazione - ha poi puntualizzato Obama - avevamo spezzato il momentum ai Talebani, avevamo messo Al Qaida sotto pressione come mai era successo prima, segno che la nostra strategia stava funzionando'' e oggi ''stiamo continuando a fare progressi verso la distruzione e lo smantellamento di Al Qaida''.

Dopo essersi congratulato per l'operato e per il coraggio mostrato dai corpi speciali, Obama ha anche confermato che a partire dall'estate si comincerà a ridurre la presenza militare Usa in Afghanistan per dare il via alla fase di transizione. Infine, ha colpito nel segno, lanciando un messaggio a tutta l'America perché ''i valori che ci contraddistinguono da oltre 200 anni sono più forti che mai''. "Abbiamo dimostrato di essere una Nazione che sa prendersi dei rischi, affrontare delle difficoltà senza abbassare la testa ma rialzandosi tutte le volte'', ha sottolineato. ''Non c'è nulla che non possiamo fare insieme, non c'è ostacolo che non possiamo superare o problema che non possiamo risolvere - ha concluso - se ci ricordiamo chi siamo''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog