Cerca

Egitto, scontri tra musulmani e cristiani. In fiamme due chiese: 9 morti e 144 feriti

Esteri

Il Cairo, 8 mag. (Adnkronos/Ign)- Il primo ministro egiziano Essam Sharaf ha rinviato il suo viaggio in Bahrein e convocato per oggi una riunione del gabinetto di emergenza dopo che estremisti musulmani hanno assaltato ieri una chiesa copta al Cairo. Il bilancio delle violenze è intanto salito a nove morti e 144 feriti.

Gli scontri si sono verificati ieri nel quartiere povero di Imbaba al Cairo, dove una folla di estremisti musulmani ha assaltato una chiesa copta affermando che una giovane donna vi era tenuta in ostaggio dopo essersi convertita all'Islam.

Due chiese ed alcune case vicine sono state date alle fiamme. Solo dopo alcune ore, l'esercito è riuscito a riportare la situazione sotto controllo.

I copti hanno poi marciato fino all'ambascita americana, chiedendo un incontro con l'ambasciatore per denunciare le violenze e le discriminazioni di cui sono vittime in Egitto. I cristiani copti rappresentano il 10-15% della popolazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog