Cerca

Papa: a san Giuliano 2 pellegrini a piedi da Rovigo

Cronaca

0

Venezia, 8 mag. - (Adnkronos) - In prima fila ad ascoltare la messa celebrata da Benedetto XVI al parco San Giuliano tra le altre autorita' il ministro della Solidarieta' sociale, Maurizio Sacconi e il presidente della Regione Veneto Luca Zaia. E tra le centinaia di migliaia di pellegrini presenti al parco non solo quelli provenienti dal Nord-Est. I pellegrini in arrivo da piu' lontano sono state 7 persone, 4 uomini e 3 donne che sono giunti dal Kenia all'inizio di maggio. Cinquecento i fedeli arrivati dalle comunita' di Slovenia e Croazia, 500 i rappresentanti della numerosa comunita' di filippini veneta provenienti da Venezia, Padova e Treviso.

Ma i pellegrini piu' 'veri' possono essere considerati due fedeli del Polesine: Patrizio Coltro e Luigi Zamana partiti a piedi ieri da Villadose in provincia di Rovigo, distante 70 chilometri da Mestre. Stanotte si sono fermati a Campagnialupia, a pochi chilometri da Venezia e quindi sono ripartiti all'alba per arrivare alle 8 all'ingresso del parco di San Giuliano: "la nostra e' una testimonianza di fede", hanno spiegato all'arrivo.

Presenze 'estere' anche tra i vescovi. A concelebrare la messa con il Papa non solo quelli del Triveneto ma da alcune delle 57 diocesi originate da Aquileia. Tra questi i presuli di Lubiana e Capodistria in Slovenia, Parenzo e Pola in Croazia, Kladenfurt e Graz in Austria. Ed era presente anche l'arcivescovo metropolita ortodosso di Italia a Malta. Mentre chi e' arrivato da piu' lontano, il nunzio apostolico del Giappone Alberto Bottari De Castello, originario della diocesi di Treviso.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media