Cerca

Papa: a san Giuliano 2 pellegrini a piedi da Rovigo

Cronaca

Venezia, 8 mag. - (Adnkronos) - In prima fila ad ascoltare la messa celebrata da Benedetto XVI al parco San Giuliano tra le altre autorita' il ministro della Solidarieta' sociale, Maurizio Sacconi e il presidente della Regione Veneto Luca Zaia. E tra le centinaia di migliaia di pellegrini presenti al parco non solo quelli provenienti dal Nord-Est. I pellegrini in arrivo da piu' lontano sono state 7 persone, 4 uomini e 3 donne che sono giunti dal Kenia all'inizio di maggio. Cinquecento i fedeli arrivati dalle comunita' di Slovenia e Croazia, 500 i rappresentanti della numerosa comunita' di filippini veneta provenienti da Venezia, Padova e Treviso.

Ma i pellegrini piu' 'veri' possono essere considerati due fedeli del Polesine: Patrizio Coltro e Luigi Zamana partiti a piedi ieri da Villadose in provincia di Rovigo, distante 70 chilometri da Mestre. Stanotte si sono fermati a Campagnialupia, a pochi chilometri da Venezia e quindi sono ripartiti all'alba per arrivare alle 8 all'ingresso del parco di San Giuliano: "la nostra e' una testimonianza di fede", hanno spiegato all'arrivo.

Presenze 'estere' anche tra i vescovi. A concelebrare la messa con il Papa non solo quelli del Triveneto ma da alcune delle 57 diocesi originate da Aquileia. Tra questi i presuli di Lubiana e Capodistria in Slovenia, Parenzo e Pola in Croazia, Kladenfurt e Graz in Austria. Ed era presente anche l'arcivescovo metropolita ortodosso di Italia a Malta. Mentre chi e' arrivato da piu' lontano, il nunzio apostolico del Giappone Alberto Bottari De Castello, originario della diocesi di Treviso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog