Cerca

Giustizia: pm Minisci, riforma di cui si parla non risolve i problemi (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''Si vuole cambiare la legge sulle intercettazioni - sottolinea Minisci - per non farci scoprire i reati. Questo strumento e' invece per noi fondamentale non solo per la lotta alla 'ndrangheta bensi' per scoprire reati di corruzione in particolare nella pubblica amministrazione'', dove si consuma cioe' ''la commistione'' tra poteri criminali e politica. ''Con le leggi attuali - dice con amarezza - abbiamo le ali tarpate''.

Minisci critica chi definisce la categoria ''politicizzata''. ''Se su novemila magistrati c'e' una esigua minoranza di pm politicizzati non significa che tutti siano politicizzati. Dappertutto possono esserci mele marce e ritengo che questo sia fisiologico''. Ma, assicura, ''la maggioranza di noi opera in silenzio e indaga a 360 gradi senza guardare i colori politici. Non siamo toghe rosse. Di rosso - ha concluso Minisci - nella mia toga vedo il sangue di tanti magistrati uccisi facendo il proprio dovere''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog