Cerca

Rifiuti: impianto trattamento a Secondigliano con lavoro detenuti

Cronaca

Roma, 8 mag. - (Adnkronos) - Forse sara' una goccia nel mare, solo un piccolo contributo per risolvere il problema, ma il superamento del'emergenza rifiuti a Napoli passa anche attraverso il lavoro dei detenuti del carcere di Secondigliano, dove e' stato installato un impianto per il trattamento dei rifiuti solidi, recuperati attraverso la raccolta differenziata cella per cella. A spiegarlo e' la Relazione al Parlamento sullo stato di attuazione delle disposizioni di legge relative al lavoro dei detenuti relativa al 2010, trasmessa dal ministero della Giustizia.

"Al fine di favorire un concreto inserimento della popolazione detenuta in contesti lavorativi rispondenti a criteri di impresa in grado di svilupparsi autonomamente, al di fuori delle forme assistenziali, e' stato inaugurato, nel mese di agosto -spiega il documento- un impianto per il trattamento di rifiuti solidi presso l'istituto di Napoli Secondigliano. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog