Cerca

Libia: Cnn, fuggita in Tunisia donna che denuncio' stupro ad opera militari

Esteri

Tunisi, 9 mag. - (Adnkronos) - E' fuggita dalla Libia in Tunisia perche' temeva per la propria incolumita' Eman al-Obeidy, la donna che il 26 marzo scorso entro' all'Hotel Rixos di Tripoli e denuncio' -parlando con la stampa internazionale- di essere stata sequestrata ad un posto di blocco e trattenuta per due giorni durante i quali era stata picchiata e stuprata da 15 uomini del regime. Lo rivela la Cnn, che ricorda un'intervista fatta a Eman il mese scorso in cui la donna si diceva sconfitta perche' costretta a vivere nella paura di gravi rappresaglie per la sua denuncia.

Parlando con l'emittente, Al-Obeidy ha detto di essere passata in Tunisia giovedi' grazie all'aiuto di un militare che ha abbandonato l'esercito e della famiglia di lui. Ha lasciato Tripoli a bordo di un veicolo militare, ha raccontato, ha attraversato il posto di confine di Dahibah usando un documento da rifugiato e quindi e' stata prelevata da diplomatici europei che l'hanno trasferita dalla regione di confine a Tunisi dove ora la donna ha un rifugio. La donna continua ad avere paura e dice di temere di essere ancora in pericolo e spera di potere ottenere l'aiuto e la protezione di un governo occidentale. "Non so cosa faro'. Naturalmente vorrei vedere la mia famiglia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog