Cerca

Consob: Scaroni, su governance prendere da esperienze estere ma in modo critico

Finanza

Milano, 9 mag. (Adnkronos) - Adottare in tema di corporate goverance le esperienze migliori dei sistemi stranieri, ma in modo critico e adattandoli alle peculiarita' delle societa' e del mercato italiani. E' il tema affrontato all'amministratore delegato dell'Eni, Paolo Scaroni, nel suo intervento all'incontro annuale della Consob con il mercato, in corso a Piazza Affari. Scaroni ha spiegato che "il sistema di corporate governance italiano ha molti pregi e qualche difetto e ha pescato a piene mani dal modello inglese", che e' "concepito per governare public company" e che prevede una separazione fra proprieta' e gestione dell'azienda.

"Abbiamo sovrapposto la struttura anglosassone a un sistema Made in Italy", creando ridondanze, ha spiegato Scaroni, come la sovrapposizione fra comitato di controllo interno e collegio sindacale, e questo ha significato "innesti che hanno portato a sistemi di controllo un po' barocchi". Il sistema di corporate governance italiano "funziona ma ha qualche gobba piu' del necessario".

Per l'ad dell'Eni bisogna "prendere da esperienze estere ma in modo critico e ragionato. Ci piacerebbe contribuire a fare ordine -ha continuato Scaroni- e in Eni consideriamo questi temi importanti. Stiamo mettendo a punto nuove proposte calate nella nostra realta' italiana e le proporremo al pubblico dibattito". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog