Cerca

Siria: dissidenti, oltre 250 arresti a Banias

Esteri

Damasco, 9 mag. - (Adnkronos/Aki) - Sono oltre 250 le persone arrestate a Banias, sulla costa siriana, nel segno della repressione messa in atto dal governo di Damasco contro le manifestazioni anti-governative. Lo denuncia il dissidente siriano Ammar Abdulhamid, sottolineando come le armi preferite dal regime di Bashar al-Assad siano i carri armati e il settarismo.

''La citta' (di Banias, ndr) resta sotto assedio e i servizi base, compresa l'acqua, l'elettricita' e le linee di comunicazione, sono tagliate - dice l'esponente dell'opposizione - I cecchini e i carri armati sono dispiegati in tutte le zone sunnite della citta' si 50mila (abitanti, ndr)''. Il regime di Damasco continua ad accusare gruppi ''terroristici'' per le violenze in corso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog