Cerca

Arte: Bartolomeo Ammannati, Firenze celebra 500 anni nascita con grande mostra (2)

Cultura

(Adnkronos) - La mostra, in collaborazione con la Facolta' di Architettura dell'Universita' di Firenze, avra' dunque tra i suoi temi essenziali le fontane ammannatiane, che bene illustrano la politica del Granduca nella valorizzazione estetica e spettacolare dell'acqua - ma anche nella razionalizzazione e nella innovazione tecnica davvero prodigiosa - di questo bene indispensabile al benessere dei sudditi. Altre opere scultoree dell'Ammannati (tra cui la celebre Leda e il Cigno, il Monumento Nari, la Venere, oggi a Madrid, il Genio Mediceo, la Opi dello Studiolo), oltre a disegni, progetti, documenti, completeranno l'esposizione.

Presenza di grande suggestione e prestigio, il ritratto bronzinesco di Laura Battiferri (Museo di Palazzo Vecchio, collezione Loeser): la poetessa moglie di Bartolomeo e sua musa ispiratrice. Sottolinea la soprintendente Cristina Acidini: ''Assai meno noto di Vasari, che negli studi e nella percezione comune e' stato avvantaggiato dalla sua posizione di celeberrimo storiografo delle arti e biografo degli artisti, Ammannati fu nondimeno uno degli artefici, esperti e versatili, che modellarono il cuore cinquecentesco di Firenze quale e' giunto fino a noi, agli ordini del duca Cosimo de' Medici''.

Complemento non irrilevante di questo progetto e' un breve documentario (realizzato da Mediateca Toscana per la regia di Massimo Becattini), che verra' proiettato nell'ambito della mostra: dove si illustreranno in particolare le fasi salienti dell'esecuzione della copia della statua di Giunone: copia che verra' poi montata nel cortile del Bargello nella posizione originale della figura, al culmine della Fontana della Sala Grande. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog