Cerca

Firenze: studenti in visita alla Risiera di San Sabba

Cronaca

Firenze, 9 mag. - (Adnkronos) - Trieste sara' l'ultima tappa del viaggio-studio dei 170 studenti fiorentini nei campi di sterminio nazisti. Questa mattina, insieme all'assessore all'educazione Rosa Maria Di Giorgi, all'assessore provinciale all'istruzione Giovanni Di Fede e Alessio Ducci presidente di Aned Firenze (l'associazione nazionale ex deportati) visiteranno la Risiera di San Sabba, l'unico campo in Italia ad avere un forno crematorio.

Il complesso di edifici che costituivano lo stabilimento per la pilatura del riso era stato costruito nel 1913 nel rione di San Sabba, alla periferia della citta', e fu trasformato inizialmente in un campo di prigionia provvisorio per i militari italiani catturati dopo l'8 settembre.

Successivamente, al termine dell'ottobre 1943, il complesso diviene un 'Polizeihaftlager' (Campo di detenzione di polizia), utilizzato come centro di raccolta di detenuti in attesa di essere deportati in Germania ed in Polonia e come deposito dei beni razziati e sequestrati ai deportati ed ai condannati a morte. Nel campo venivano anche detenuti ed eliminati sloveni, croati, partigiani, detenuti politici ed ebrei. Supervisore della Risiera fu l'ufficiale delle SS Odilo Globocnik, triestino di nascita, che ebbe un importante ruolo in molti campi di concentramento. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog