Cerca

Imprese: Cgia, con tasse ed infrastrutture Ue risparmi di 108 mld l'anno

Altro

Roma, 7 mag. (Adnkronos)- "Con un carico fiscale ed una dotazione infrastrutturale come quelle dei paesi Ue, il nostro sistema economico risparmierebbe 108 mld di euro l'anno". La denuncia viene sollevata dal segretario della Cgia di Mestre, Giuseppe Bortolussi, che, assieme al suo Ufficio studi, ha elaborato un vero e proprio decalogo sugli ostacoli che penalizzano la crescita delle imprese italiane e di riflesso anche l'occupazione.

Un decalogo in 10 punti che, in estrema sintesi, illustrano i costi (diretti ed indiretti) che il nostro sistema economico sconta, rispetto alla media Ue, in materia di tasse, infrastrutture, giustizia civile, energia, pagamenti della Pubblica Amministrazione e competitivita'. "Se allineassimo la pressione tributaria italiana (29,1,% del Pil) a quella media europea (24,6% del Pil) -afferma Bortolussi- il risparmio, in termini di minori imposte e tasse, si aggirerebbe attorno ai 68 mld di euro l'anno".

"Inoltre, -prosegue il segretario della Cgia di Mestre- se riuscissimo ad eliminare l'inefficienza del nostro sistema infrastrutturale (strade, porti, aeroporti), il minor costo per il sistema Paese sarebbe di altri 40 mld di euro. Sommati ai precedenti, darebbero un risultato complessivo di 108 mld di euro. Soldi che corrispondono a 2 milioni e mezzo circa di potenziali nuovi posti di lavoro".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog