Cerca

Firenze: Provincia, una mostra contro il dramma degli incidenti sul lavoro

Cronaca

Firenze, 9 mag. - (Adnkronos) - Continua il viaggio della mostra fotografica ''No! contro il dramma degli incidenti sul lavoro'' di Anmil e Inail realizzata da Riccardo Venturi. Con il sostegno della Provincia di Firenze, la terza tappa del 2011 sara' allestita a Palazzo Medici Riccardi nella Galleria dei Medici (Via Cavour, 5) e verra' inaugurata domani, martedi' 10 maggio, alle ore 11.00. Al vernissage parteciperanno: per il Comune di Firenze il presidente del Consiglio Comunale, l'assessore alla formazione e lavoro della Provincia di Firenze; il presidente del Consiglio della Provincia; il presidente della Commissione lavoro della Provincia; per l'Anmil ci saranno il presidente Provinciale, Romano Montini, e il presidente regionale Giancarlo Capitoni; per l'Inail il direttore provinciale, Annamaria Pollichieni, e il direttore regionale, Bruno Adinolfi.

Le fotografie, firmate dal reporter Riccardo Venturi e ''raccontate'' dal giornalista Matteo Bartocci, sono state raccolte in un catalogo che viene distribuito gratuitamente a tutti i visitatori e che documenta uno spaccato di realta' sul quale e' necessario riflettere, affinche' aumenti l'impegno di tutti per ridurre il numero degli incidenti sul lavoro e migliorare la tutela delle vittime di infortuni.

Coinvolgendo studenti, giovani, lavoratori e famiglie, la mostra intende far comprendere i rischi del lavoro e far conoscere il dramma del dopo-infortunio con le difficolta' economiche e di reinserimento familiare, sociale e lavorativo ad esso collegato. L'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e il Patrocinio della Camera dei deputati hanno contribuito a dare prestigio a questa iniziativa che rappresenta una straordinaria campagna di sensibilizzazione contro gli infortuni. L'esposizione alla Galleria dei Medici rimarra' aperta al pubblico con ingresso libero dal 10 al 22 maggio, tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 19.00, escluso il mercoledi'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog