Cerca

Marta Russo: famiglia, da ateneo donazione o e' finta operazione

Cronaca

Roma, 9 mag. -?(Adnkronos) - Se l'intenzione dell'Universita' La Sapienza e' "devolvere all'associazione Marta Russo quanto verra' recuperato" da Giovanni Scattone e Salvatore Ferraro, condannati al risarcimento, la famiglia della studentessa uccisa "non e' interessata" a questo tipo di operazione. E' questa la posizione della famiglia Marta Russo, uccisa da un colpo di pistola nella citta' universitaria romana, riferita dal loro legale Luca Petrucci, rispetto alle affermazioni del rettore Luigi Frati, intenzionato a proporre al Consiglio di amministrazione della Sapienza di devolvere a finalita' concordate con l'associazione Marta Russo la somma che perverra' all'Ateneo per danno d'immagine da parte di coloro che sono stati ritenuti responsabili penalmente e civilmente del delitto.

"Esprimiamo ringraziamento all'universita' e al rettore se l'offerta consiste in una donazione a sostegno dell'associazione Marta Russo, considerato dove e' avvenuto l'omicidio di Marta e l'esito della sentenza - e' la posizione della famiglia della vittima, secondo quanto riferisce all'ADNKRONOS Petrucci - Se invece l'intenzione dell'universita' e' devolvere quanto deve essere recuperato" da Scattone e Ferraro "che hanno gia' espresso la loro posizione in merito, si tratta di una posizione finta alla quale dunque non siamo interessati".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog