Cerca

Mestieri: Assoartisti, riconoscere l'arte come lavoro

Altro

Roma, 8 mag. - (Adnkronos/Labitalia) - Riconoscere l'arte come lavoro. E' questa la bandiera di Assoartisti, l'Associazione italiana degli artisti che aderisce a Confesercenti e che adesso sbarca in Cina con il progetto Marco Polo. "L'intervento pubblico a sostegno del settore dello spettacolo -dice a LABITALIA Carmine Lucciola, direttore di Assoartisti- e' ancora insufficiente e cio' e' palesemente testimoniato dalla presenza di normative risalenti, a volte, anche agli anni Trenta".

"Attraverso la rete dei servizi dei Caaf Confesercenti -sottolinea- cerchiamo di offrire assistenza ai lavoratori autonomi, alle imprese e ai professionisti nel Paese. Assistere anche gli operatori dello spettacolo per i problemi che quotidianamente devono affrontare nel loro lavoro e che non sono certo pochi".

"Come federazione -continua Lucciola- siamo intervenuti alla manifestazione contro il mancato reintegro del Fondo unico per lo spettacolo. Ci battiamo, infatti, per un concreto sostegno al finanziamento della cultura. Anche perche' l'arte deve essere riconosciuta come lavoro e non come qualcosa in piu'. Per questo, stiamo lavorando a un progetto di legge per il riconoscimento della professione dello spettacolo e della musica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog