Cerca

Roma: Pedica (Idv), pene piu' severe per chi commette violenze sessuali

Cronaca

Roma, 9 mag. - (Adnkronos) - "Presentero' un disegno di legge per la modifica legislativa della normativa penale in materia di violenza sessuale". Lo ha dichiarato il senatore dell'Italia dei Valori Stefano Pedica commentando lo stupro di una ragazza 23enne avvenuto alla periferia di Roma.

"Attualmente il nostro codice penale - ha sottolineato Pedica - punisce chi commette una violenza sessuale con la pena della reclusione da cinque a dieci anni o da sei a dodici in caso di circostanze aggravanti. Sembra una pena molto severa, ma purtroppo, in caso di ipotesi lieve, ex art. 609 bis ultimo comma, laddove lo stupratore decida di patteggiare e' possibile che sconti alla fine una pena di molto inferiore. Non e' ammissibile, soprattutto in questo momento storico, dove si registra un aumento dei casi di violenza sessuale, che lo Stato punisca cosi' lievemente coloro che si macchiano di un reato cosi' grave".

"Sono vicino a tutte le donne vittime della piu' feroce espressione di degrado umano - ha concluso -. Lo stupro e' un episodio che cambia per sempre la vita di una persona, nel mio sistema di valori e' un reato paragonabile all'omicidio. E' giusto, quindi, introdurre pene piu' severe e rendere giustizia a chi e' stata defraudata della propria dignita'. Basta con le violenze sessuali, chi stupra una donna e' assassino della sua anima".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog