Cerca

Borsa: Formigoni, non manca nulla alle aziende italiane per quotarsi

Finanza

Milano, 9 mag. (Adnkronos) - Secondo il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, alle aziende italiane "non manca nulla per quotarsi in borsa". Formigoni che ha preso parte all'assemblea annuale della Consob che si e' svolta oggi a palazzo Mezzanotte a Milano ritiene che "ci sono tante aziende anche lombarde che decidono coscientemente di non quotarsi perche' preferiscono rimanere a conduzione familiare o del gruppo che le ha fondate pur avendo tutte le possibilita' per farsi quotare".

Il presidente della Regione Lombardia sottolinea che "la scelta di queste aziende di non quotarsi, e' una scelta che va rispettata. Non e' detto -spiega- che sia un limite, quello che fa la differenza e' la capacita' di innovazione". Ci sono, dice, "aziende che hanno saputo innovarsi in questi anni di difficolta' e' stanno dominando il mercato pur non essendo quotate in borsa. Il ricorso alla borsa e' una possibilita' in piu' che da molte opportunita' alle aziende che decidono di quotarsi".

Il governatore lombardo non vede uno svantaggio nel fatto "che il mercato italiano preveda anche aziende non quotate in borsa" e ritiene che la situazione economica italiana sia "quella di una continua se pure lenta uscita dalla crisi". Il traguardo, spiega, "di una ripresa forte non e' lontano ma dobbiamo faticare ancora un po' per raggiungerlo". In quanto ad un trasferimento della sede della Consob a Milano, Formigoni si dice favorevole: "Se la sede verra' a Milano, la ospiteremo, e saremo lieti di farlo" sottolinea il governatore lombardo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog