Cerca

Roma: sismologi Ingv, terremoto dell'11 mai previsto da Bendandi

Cronaca

Roma, 9 mag. (Adnkronos)- La predizione che l'11 maggio possa scatenarsi un terremoto devastante a Roma "non solo non e' scientificamente concreta ma soprattutto non e' mai stata fatta da Raffaele Bendandi". Insomma la notizia della predizione "e' una bufala". Quello che invece la scienza "stima" e' che, per la fatidica data di mercoledi' prossimo, "nel nostro Paese si potranno probabilmente verificare circa 30 terremoti che sono il numero medio di sismi che vengono registrati ogni giorno in Italia ".

A fare chiarezza sul tam-tam che da giorni imperversa sul web che Roma possa essere colpita, l'11 maggio, da un terremoto di proporzioni devastanti, e' stato un team di sismologi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) composto da Alessandro Amato, geologo e dirigente di ricerca, Giulio Selvaggi, Direttore del centro nazionale Terremoti dell'Ingv, responsabile del monitoraggio dei terremoti in Italia, Concetta Nostro, sismologa, e Massimo Crescimbeni, psicolo dell'Ingv.

"Il nostro Istituto collabora con l'Istituzione culturale 'La Bendandiana' per la raccolta e la catalogazione degli scritti di Raffaele Bendandi, studioso autodidatta di terremoti, nato nel 1893 e morto nel 1979. Ebbene, dagli appunti di Bendandi non emerge alcuna previsione di un eventuale sisma a Roma, l'11 maggio di quest'anno. E anche la responsabile di questa istituzione, Paola Lagorio, ha piu' volte ribadito questo fatto" hanno spiegato gli scienziati dell'Ingv, nel corso di una conferenza stampa convocata a Roma. "Quello che sta girando su internet e' un rumor, una voce, non una verita' scientifica. E non e' nemmeno una predizione". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog