Cerca

Egitto: attivista, scontri tra cristiani e musulmani nati da storia inventata

Esteri

Il Cairo, 9 mag. - (Adnkronos/Aki) - "E' inventata la storia di una donna cristiana convertitasi all'Islam e tenuta prigioniera, che ha scatenato gli scontri tra i cristiani e i musulmani in Egitto". E' quanto sostiene l'attivista egiziano per i diritti umani, Afith Abu Saada, in un'intervista ad AKI - ADNKRONOS INTERNATIONAL. "Abbiamo condotto un'indagine su questa vicenda - spiega l'attivista - ed abbiamo scoperto che non esiste alcuna ragazza rapita. L'imam della moschea dove la vicenda ha avuto luogo ci ha assicurato che si tratta di una bugia".

Per questo motivo l'attivista chiede alla magistratura di intervenire per chiarire quanto accaduto, dicendosi contrario alle manifestazioni organizzate nei giorni scorsi dai salafiti davanti alla chiesa copta del Cairo. "Abbiamo assistito a scontri deplorevoli - aggiunge - lo scontro settario che esisteva prima della rivoluzione e' esploso ora con le violenze ad Ambaba (quartiere del Cair, ndr). Purtroppo - conclude - gli estremisti vogliono questo scontro religioso e si oppongono alla liberta' e alla giustizia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog