Cerca

Cinema: il regista Ettore Scola compie 80 anni (2)

Spettacolo

(Adnkronos) - Dopo il drammatico Trevico - Torino (1973), torna alla commedia con C'eravamo tanto amati (1974) con il quale s'impone come uno degli autori di punta del cinema italiano attraverso un grande affresco generazionale, ripercorrendo le tappe della storia italiana dalla Liberazione fino ai cosiddetti "anni di piombo".

Il film ottiene un Nastro d'argento e il Ce'sar per la miglior sceneggiatura e il Primo premio al Festival di Mosca. Nel 1976 e' la volta di Brutti, sporchi e cattivi (Premio per la regia al Festival di Cannes), dedicato al sottoproletariato delle borgate romane con uno straordinario Nino Manfredi. Nel 1977 con Una giornata particolare vince un David di Donatello per la miglior regia, il Nastro d'argento per la miglior sceneggiatura, il Ce'sar come miglior film straniero, un Golden Globe e una nomination all'Oscar per il miglior film straniero.

Con La Terrazza (1980) ripropone un feroce ritratto degli intellettuali progressisti romani e ottiene il Nastro d'argento per la miglior sceneggiatura, la Palma d'oro a Cannes a Carla Gravina, la Palma d'oro per la migliore sceneggiatura. La sua delicata capacita' di attenzione alle figure femminili torna con forza nell'inconsueto Passione d'amore (1981), per cui ottiene un Nastro d'argento per la sceneggiatura. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog