Cerca

9 maggio: a Milano un minuto di silenzio in ricordo vittime

Cronaca

Milano, 9 mag. (Adnkronos) - "Rinnoviamo il ricordo dei magistrati e delle altre vittime del terrorismo meritando la fiducia dei cittadini". Cosi' il capo della procura di Milano, Edmondo Buti Liberati, e' intervenuto alla cerimonia promossa all'interno del palazzo di giustizia per la giornata della memoria dedicata ai magistrati ammazzati da organizzazioni terroristriche.

Su invito di Bruti, la manifestazione si e' conclusa con un minuto di silenzio in ricordo dell vittime. Riuniti nell'androne centrale della cittadella giudiziaria, mentre i monitor riportavano i volti di Emilio Alessandrini, Guido Galli e di Giorgio Ambrosoli, vittime a Milano tra il 1979 e il 1980, c'erano il sindaco Letizia Moratti, il presidente della Regione Roberto Formigoni, quello della Provincia Guido Podesta', il presidente dell'ordine forense Paolo Giuggioli, il presidente del Tribunale Livia Pomodoro. Tutti hanno ricordato il sacrificio dei magistrati, dei giornalisti, dei rappresentanti delle forze dell'ordine "che sacrificarono la vita in difesa della democrazia e della liberta'".

"Qui lavorarono Emilio Alessandrini e Guido Galli, magistrati a tutto tondo, soggetti alla legge e solo alla legge - ha detto Bruti - qui si impegno' l'avvocato Giorgio Ambrosoli ucciso perche' con la sua attivita' ricordo' che le regole vanno rispettate da tutti. Una lezione molto attuale". Un'occasione, quella di oggi, che diventa lo scenario giusto per il presidente Livia Pomodoro, per affermare che "al di la' di ogni pregiudizio politico siamo pronti al confronto per contribuire alla necessaria riforma della Giustizia".

Il sindaco Letizia Moratti ha ricordato che a Milano "sara' costruita la casa della memoria, per tutte le vittime, perche' la memoria non sia solo formale ma concreta". Il governatore lombardo Roberto Formigoni ha sottolineato "il grande ruolo che i servitori dell'Italia svolgono quotidianamente sul nostro territorio e in tutto il nostro Paese, un compito delicato, ma fondamentale per il quale molti hanno versato un tributo di sangue che non puo' essere dimenticato".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog