Cerca

Roma: sismologi Ingv, non puntare su predizioni ma su prevenzione (3)

Cronaca

(Adnkronos) - "Oggi -ha assicurato- sappiamo con maggiore dettaglio dove i terremoti hanno colpito di piu' negli ultimi 1.000 anni. Abbiamo una fra le migliori reti mondiali di monitoraggio delle faglie, nuovi dati sulla deformazione grazie a dati geodetici, dai dati accumulati possiamo sapere dove aspettarsi un terremoto nei prossimi anni e ulteriori nuove informazioni sulle faglie arrivano dalla paleosismologia".

Quattro le aree italiane dove sono attesi terremoti: l'Appennino Centro-settentrionale, l'Appennino Centrale, l'Appennino Calabro Settentrionale e la Sicilia Orientale. Intanto l'Ingv ha promosso per mercoledi' 11 l'Open Day, una giornata in cui laboratori, sala sismica, centri di ricerca saranno aperti ai cittadini "per spiegare all'opinione pubblica che cosa sono i terremoti e come ci si puo' difendere" ha sottolineato la simologa Concetta Nostro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog