Cerca

Ue: Tajani, disoccupazione giovanile in cima all'agenda

Economia

Milano, 9 mag. (Adnkronos) - Il vice presidente della Commissione europea, Antonio Tajani, ritiene che sia urgente "dare risposte concrete ai 100 milioni di giovani che rappresentano un quinto della popolazione europea". Tajani, presente oggi a un convegno all'Universita' Biccoca di Milano si e' rivolto ai giovani dicendo che " per restare protagonisti del mondo serve la vostra capacita' di essere artefici dell'avvenire davanti alle sfide e alle opportunita' straordinarie che vi offre questo grande spazio di liberta' civili ed economiche creato dai Padri fondatori".

Ma nonostante queste oportunita' secondo Tajani i giovani spesso si "scontrano con gravi difficolta' nell'istruzione, nella formazione, nell'accesso al mondo del lavoro e nella mobilita'; in altri termini, nel trovare un vostro posto nella societa'". E' per i giovani sottolinea il vice presidente della Commissione Europea che "l'Europa e' chiamata a dimostrare il suo valore aggiunto. E contribuire a risolvere la peggiore eredita' della crisi, l'altissimo livello di disoccupazione giovanile, cresciuto dal 14,7% al 20,4% tra il marzo 2008 e l'inizio del 2011. Che in alcuni paesi, come Italia o Spagna, arriva a toccare 1/3 dei giovani".

La crisi, sottolinea, "ha evidenziato e accentuato molte delle difficolta' gia' preesistenti per l'inserimento nel mondo del lavoro. Fin dall'inizio del suo mandato la Commissione si e' concentrata su lavoro e sviluppo, lanciando la strategia 'Europa 2020' per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. Tra gli obiettivi chiave per il 2020 vi sono un'occupazione del 75% per la popolazione attiva, almeno il 40% dei cittadini con un titolo di studio universitario e un tasso di abbandono scolastico inferiore al 10%".(segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog