Cerca

Sanita': 60 defibrillatori in piu' su ambulanze Regione Lombardia

Cronaca

Milano, 9 mag. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Sessanta nuovi defibrillatori salvavita viaggeranno sulle ambulanze della Lombardia. Obiettivo raggiunto per il progetto ideato dall'associazione Comocuore in collaborazione con Intesa San Paolo. Con la vendita di noci agli sportelli bancari di Intesa San Paolo in Lombardia, nel giro di pochi mesi si e' arrivati a raccogliere il budget di 100 mila euro, che Comocuore si era prefissata di raggiungere nell'ambito del piu' ampio progetto 'Atuttocuore'.

Mercoledi' gli apparecchi saranno consegnati alle centrali operative delle province lombarde nel corso di una cerimonia che si terra' a Como. L'ultimo tassello del progetto e' stato infatti l'accordo con l'Azienda regionale emergenza urgenza (Areu). Ora i defibrillatori andranno a colmare una lacuna e saranno installati sulle ambulanze ancora sprovviste di queste apparecchiature determinanti per salvare le persone colpite da infarto cardiaco.

I defibrillatori saranno distribuiti alle centrali operative 118 sulla base delle necessita' segnalate. Il progetto e' stato realizzato con la collaborazione di Laerdal e Noberasco e punta a ridurre l'impatto della morte cardiaca improvvisa, una delle cause principali di mortalita'. Ogni anno un abitante su mille viene colpito da arresto cardiaco che in Italia causa 60 mila morti l'anno. Il 95% dei pazienti colpiti, infatti, non sopravvive. Nuove disposizioni di legge consentono l'uso di defibrillatori in ambienti non medici. Fondamentale e' intervenire entro 6-7 minuti dall'arresto cardiaco, ma a usare il defibrillatore deve essere una persona adeguatamente formata con un breve e semplice corso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog