Cerca

Ciclismo: Museeuw, ho capito subito, Weylandt come Casartelli

Sport

Bruxelles, 9 mag. - (Adnkronos/Aki) - "Appena ho visto la sua caduta, ho capito subito che era grave, la somiglianza con Fabio Casartelli era evidente". Cosi' l'ex corridore belga e campione del mondo Johan Museeuw, riportano i media belgi, sulla caduta mortale di Wouter Weylandt alla terza tappa del Giro d'Italia.

"Una discesa come quella durante cui e' successo l'incidente si svolge a un ritmo molto elevato, e le protezioni dei ciclisti in questi casi non sono sempre sufficienti per evitare ferite gravi", ha spiegato l'ex ciclista, immediatamente colpito dalle similitudini con l'incidente di cui era stato vittima Casartielli nel 1995, morto dopo avere sbattuto la testa su un blocco di cemento e nella cui caduta era stato coinvolto anche lo stesso Museeuw.

"Siamo tutti sotto choc, Weylandt era un corridore giovane che aveva ancora tutta la vita davanti a se'", ha aggiunto sconvolto l'ex campione belga.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog