Cerca

Camorra: Dda scopre autori duplice omicidio, arrestati 12 casalesi, l'indagine (2)

Cronaca

(Adnkronos) - La spedizione punitiva fu ordinata in relazione al comportamento di Caterino il quale dopo oltre dieci anni di reclusione nell'estate del 2003 aveva iniziato a gestire autonomamente il traffico di droga a Santa Maria Capua Vetere, violando il monopolio del clan dei Casalesi sul racket delle estorsioni. Le voglie autonomiste di Caterino non piacquero ai capi della cosca di Casal di Principe che reagirono all'iniziativa di Caterino. In particolare Francesco Schiavone detto 'Cicciariello' reggente della cosca e cugino dell'omonimo Francesco Schiavone detto 'Sandokan' capo storico della banda, all'epoca in carcere gia' da cinque anni, a cui per altro gia' in passato Caterino si era contrapposto. Il 28 aprile del '91 Caterino era gia' riuscito a scampare alla morte grazie all'intervento di alcuni carabinieri in forza alla stazione di Frignano (Caserta) liberi dal servizio.

I killer del clan dei Casalesi gli tesero un agguato per punirlo essendosi posto al vertice del clan con Vincenzo De Falco (ucciso precedentemente dai killer) di un gruppo autonomo. Tra gli indagati che hanno ricevuto l'ordinanza di custodia cautelare vi e' tra gli altri Francesco Schiavone detto 'Cicciariello' ritenuto il mandante dell'omicidio avendo organizzato la riunione in cui fu decisa l'eliminazione di Caterino. Gli altri che hanno ricevuto l'ordinanza sono Nicola Panaro di 42 anni, Vincenzo Conte 44 anni, Vincenzo Schiavone 36 anni, Carmine Noviello 34 anni, Antonio Cangiano, Franco Bianco 38 anni, Massimo Vitolo 40 anni, Romeo Stabile Aversano 37 anni, Antonio Monaco 44 anni, Mario Mauro 35 anni e Pasquale Fava 32 anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog