Cerca

Napoli: polizia sventa colpo della 'banda del buco'

Cronaca

Napoli, 9 mag. - (Adnkronos) - La 'banda del buco' si stava preparando ad entrare in azione in una delle zone piu' esclusive della Napoli bene ma, il colpo e' stato sventato dalla polizia. Gli agenti del commissariato Vomero infatti diretto dal vicequestore Paolo Esposito sono arrivati giusto in tempo: in via Aniello Falcone gli agenti hanno bloccato Francesco Pepe di 55 anni per detenzione illegale di pistola e ricettazione. L'uomo e' stato bloccato mentre stava uscendo da un terraneo in maniera frettolosa tanto da destare i sospetti degli agenti che stavano compiendo un'operazione di controllo del territorio. I poliziotti hanno perquisito il terraneo ma subito si sono resi conto della presenza di un foro del diametro di circa un metro e profondo due che si immetteva in un cunicolo che portava alla rete fognaria.

Gli agenti hanno percorso la cavita' scoprendo attrezzi adatti allo scavo, torce elettriche, tute, impermeabili, ricetrasmittenti, stivali e zaini, insomma, tutto il necessario che in genere viene utilizzato dlal abanda del buco per mettere a segno colpi in banche e gioiellerie. Nel cunicolo gli agenti del commissariato Vomero hanno anche sequestro una pistola calibro 9, con 11 proiettili, che sarebbe stata utilizzata nel caso in cui la banda fosse entrata in azione. Successivamente gli investigatori hanno sequestrato anche un motorino e un'auto recante il logo di una societa' di telefonia, ma palesemente contraffatto. Pepe e' stato rinchiuso nel carcere di Pogioreale. Gli agenti stanno proseguendo le indagini per cercare di identificare i complici dell'indagato e, la banca o la gioielleria da colpire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog