Cerca

Bologna: Camera Commercio, con +16,5% export traina segnali ripresa (2)

Economia

(Adnkronos) - Secondo la Camera di commercio, per il 2011 e' prevedibile un aumento del valore aggiunto dell'economia bolognese del +1,4%, meglio dello 0,9% regionale e nazionale. Crescita che dovrebbe essere sostenuta per oltre un terzo dalle esportazioni. Per il prossimo anno, il comparto delle costruzioni dovrebbe invece rimanere sostanzialmente invariato. Quanto al bilancio delle attivita' imprenditoriali, se il 2009 si era chiuso con 896 imprese in meno, il 2010 e' finito con un saldo positivo di 91 unita'. Sono poi 6.561 le imprese che nel 2010 hanno aperto i battenti. E' straniero il 13,2% del totale delle imprese registrate nel 2010, di cui il 10% e' guidata da imprenditori extracomunitari.

Il numero delle aziende create e gestite da stranieri e' passato dalle 5 mila unita' del 2002 alle 9.630 di fine 2010, pari al + 92% in soli 8 anni. Nello specifico, uno su due e' titolare della impresa in cui lavora. Sono giovani: il 67% ha fra i 30 e i 49 anni. Il 22% degli imprenditori extracomunitari, inoltre, opera nel commercio al dettaglio, il 15% nelle costruzioni, il 14% nella ristorazione. Tra i cittadini Ue, in cima alla classifica ci sono rumeni, bulgari, polacchi, slovacchi. A seguire i cittadini provenienti dall'Africa settentrionale, impiegati soprattutto nelle costruzioni e nel commercio al dettaglio. Il 21%, infine, proviene dall'Estremo Oriente, con cinesi in testa soprattutto nel comparto delle confezioni, del commercio al dettaglio e della ristorazione. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog